PIANTE AROMATICHE IN CUCINA

 

                                          PIANTE AROMATICHE IN CUCINA

 

Hai mai pensato di tenere nella tua cucina delle erbe aromatiche sempre a disposizione?

 

Il 2017 è stato decretato da Pantone l’anno del Greenery; ogni tonalità di verde sarà proposto in tutte le vendite; abbigliamento, oggettistica… allora perché non allestire la nostra casa con un tocco glamour utilizzando erbe aromatiche??

 

Oltre che ad essere molto utili, sono anche molto di tendenza!

 

Prova ad avere in casa; la praticità, l’utilità degli aromi indispensabili ed anche il buon gusto di creare un piccolo orticello con bellissime piantine aromatiche che creeranno un’ottima coreografia ai balconi e terrazzi della tua abitazione, con una minima spesa, possono farci un grande servizio anche nel periodo invernale.

 

Non tutti sono così fortunati da avere un orto proprio fuori dalla cucina, succede che l’estro culinario ci illumini solo all’ultimo momento, mentre l’ingrediente speciale, indispensabile per la buona riuscita del piatto principale, sia esso rosmarino, salvia, timo o basilico è rimasto nell’orto o dal fruttivendolo… ma a noi servirebbe ora!!!

 

Sono effettivamente piante molto rustiche ma sanno dare un tocco veramente speciale ai nostri cibi. Senza le aromatiche molte ricette della cucina mediterranea perderebbero l’unicità che le contraddistingue, profumi, aromi e sapori unici.

 

 

 

                                COME COLTIVARE LE PIANTE AROMATICHE

 

Non è per niente difficile gestire le piante aromatiche!

 

Premesso che tutte le piante vivono meglio all’esterno che all’interno, è pur vero che il freddo invernale rischierebbe di seccarle pertanto scegliamo un angolo protetto ma molto luminoso della nostra casa per collocare le piantine.

 

Aprile e Maggio sono i mesi più adatti per piantare le aromatiche.

Queste piante si caratterizzano per il loro odore intenso e spesso gradevole per l’uomo.

 

La percezione di tali aromi è dovuta alla presenza di sostanze chiamate oli essenziali che hanno in natura diverse funzioni.

 

Anche la scelta dei vasi è importante: infatti, mentre per l’esterno scegliamo i classici vasi di terracotta, materiale che favorisce la traspirabilità perché più poroso, per ospitare all’interno le piante sarebbe meglio optare per contenitori in plastica o metallo in maniera tale da tenere il terreno umido con maggiore facilità.

Le piantine devono essere posizionate vicine tra loro per creare un microclima ideale per la crescita.

Non dimenticare di tenere la giusta umidità bagnandole ogni giorno la mattina nei periodi caldi, mentre nei periodi meno caldi può bastare 3 volte alla settimana.

 

 

 

 

                                      QUANTI BENEFICI DALLE LORO PROPRIETA’!

 

Fermarsi un momento a leggere le proprietà utili per il nostro organismo di molte aromatiche, anche tra le più classiche, come Salvia o Rosmarino, ci fa accorgere di quanto sarebbe importante utilizzarle più spesso nei piatti di ogni giorno, per mantenerci più sani ed aiutarci a rimediare ad alcuni dei comuni errori della dieta moderna.

 

Ecco alcune delle piante più comuni da tenere sempre a portata di mano per ogni occasione:

  • Basilico – Prezzemolo – Timo – Rosmarino –Salvia – Menta – Erba cipollina – Alloro

Ognuna di queste erbe aromatiche ha la sua proprietà:

Il decotto di Prezzemolo aiuta i Reni, quello di Rosmarino ha un potere tonico, detox, sgonfiante e aiuta la memoria, La Salvia oltre che ad essere diuretica, è antivirale e antibatterica, Il Timo placa la tosse!

 

 

 

                                        COME ESSICCARE LE PIANTE AROMATICHE

 

Ognuno di noi ha vivo il ricordo di una nonna o una zia che, da brava casalinga d’altri tempi, coltivava una serie di erbe aromatiche, il cui profumo ancora oggi richiama alla mente la sua trafficatissima cucina.

E tuttavia siamo convinti che avere a portata di mano le erbe aromatiche, preparate in casa o colte all’occorrenza, sia comodo e decisamente salutare, senza dimenticare che anche le piante a loro modo arredano. Non bisogna meravigliarsi di vedere una bella salvia trionfare sul tavolino del salotto.

 

Il momento ideale per essiccare le erbe aromatiche, è sicuramente l’estate!

 

Una volta raccolte vengono legate a mazzetti e legate a testa in giù ad una corda tesa in un ambiente fresco e buio.

Quando saranno ben secche, potere avvolgerle in una carta da cucina e frantumarle quasi polverizzandole, al termine si possono riporre in contenitori di vetro ermetici.

 

Saranno ottime per preparare il tuo piatto preferito, oppure le puoi usare come cura contro i malanni dell’inverno!

 

A questo punto, visto tutti i benefici e vantaggi che comporta tenere le piante aromatiche in casa, non resta che fare una bella “spesuccia “con alcune aromatiche indispensabili per esaltare il cibo, per decorare la casa, per curarsi.

Sono fortemente convinta che chiunque utilizza in cucina le erbe aromatiche, magari se vuoi essere più creativa, realizza un orticello pensile oppure , in una tinozza di legno, piantane una per tipo, vedrai quanto ti piacerà realizzare un angolo di casa profumato!

 

Per ogni consiglio o domanda, non esitare a scrivermi, ti risponderò molto volentieri.

 

Un abbraccio!

Virna Picinali Flower Designer

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *